JW MARRIOT | Isola delle Rose    

Nella laguna veneziana, un’isola artificiale viene trasformata in un luxury resort con ampie zone verdi. Vincolata paesaggisticamente, l’isola presenta diverse costruzioni, che risalgono ai primi decenni del Novecento: un ospedale con annessi edifici di servizio. Tutto il progetto dell’isola è frutto del lavoro di Matteo Thun con Luca Colombo e si concentra sul mantenimento di tutti e 19 gli edifici dell’isola e sull’integrazione di elementi contemporanei all’interno delle strutture esistenti ad enfatizzare le loro straordinarie storie e personalità. Il masterplan riorganizza l’isola in tre parti principali, scandite dalle aree verdi presenti sull’isola. La zona dell’ex ospedale (1936) diventa un hotel di lusso, con 230 suite dallo stile veneziano rivisitato in chiave contemporanea e un’ampia terrazza sul tetto, attrezzata con piscina all’aperto e ristorante panoramico; adiacente, un centro congressi e una residenza liberty in mattoni, che viene conservata e trasformata in una raffinata villa per vacanze, con giardino e vista a 360° su Venezia; sul retro i giardini sono mantenuti valorizzando le qualità paesaggistiche dell’isola.

Gli interventi multimediali si sono concentrati nella sonorizzazione dei vari building e nel controllo centralizzato dei vari impianti tecnologici. Le singole aree hanno una gestione autonoma dei volumi e delle sorgenti audio, comunque supervisionate da un sistema di gestione integrata. La scelta dei diffusori è stata particolarmente oculata sia dal punto di vista tecnico che architetturale scegliendo le soluzioni meno invasive possibili ma dalle notevoli capacità tecnico acustiche.

  • type

    Multimedia
  • client

    JW Marriot
  • Location

    Venezia (VE)
  • Applications

    Spa, Impianto PA, audio
I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web. Leggi tutto...